Top Flats in Venice · Basilica di San Marco (Cattedrale)
La Basilica di San Marco a Venezia è la cattedrale di Venezia e chiesa principale della città. La prima basilica fu costruita a fianco del Palazzo Ducale nell’ 828 d.C. per accogliere le reliquie di San Marco che qui furono trafugate, secondo la leggenda, da due mercanti veneziani. Nello stesso periodo fu eretto anche il primo Campanile di San Marco.
Sostituita da una nuova costruzione nell’832 d.C., la Basilica fu devastata da un incendio e nuovamente edificata nel 978.
La Basilica di San Marco attuale è frutto di un’ultima ricostruzione dell’anno 1063 e di ulteriori restauri, a seguito di un altro incendio, apportati nel 1231.
Le splendide decorazioni a mosaico che si possono ammirare all’intero della Basilica furono realizzate tra l’anno mille ed il secolo successivo, l’atrio (o “nartece”) fu aggiunto nel XIII secolo e solo nel 1400 la Basilica di San Marco, con il completamento delle cupole e della facciata, raggiunse l’aspetto attuale.

Nel corso dei secoli e dei numerosi rifacimenti e ristrutturazioni la Basilica fu adornata con materiali (colonne, sculture, etc.) provenienti da altri edifici, anche lontani come nel caso del sacco di Costantinopoli (1204). Ultime aggiunte alla Basilica di San Marco furono il Battistero, la Cappella Zen, la Sagrestia e la Cappella di Sant'Isidoro di Chio e nel 1600 essa raggiunse la forma finale che oggi possiamo ammirare.


La sua forma è stata dettata anche dalla natura del terreno Veneziano, principalmente sabbioso e non adatta a sopportare pesi eccessivi. Dunque la Basilica di San Marco si estende piu’ in orizzontale che in verticale per distribuire il proprio peso su una superficie piu’ ampia. La Basilica di San Marco è lunga 76 metri e larga 62 (transetto); la cupola principale è alta 43 metri.
La pianta della Basilica di San Marco è a croce greca con cinque cupole distribuite sugli assi della croce. Le pareti sono inusualmente sottili allo scopo di mantenere basso il peso dell’edificio ed evitarne il rischio di sprofondamento.
La facciata è rivestita di mosaici, bassorilievi e numerosi materiali di spoglio, spesso bottino di guerra o di una crociata, che le conferiscono il caratteristico aspetto policromo. Le porte di bronzo della Basilica di San Marco risalgono ad epoche diverse: quella a sud (porta di San Clemente) risle all’anno 1000 ed è di origine bizantina, mentre quella centrale è del 1100; le altre appartengono ad epoche piu’ tarde.

Approfondimento: La quadriga della Basilica di San Marco
Le quadrighe erano utilizzate nell’antichità per ornare gli archi trionfali; la quadriga di San Marco, unico esempio di tale ornamento pervenuto alla nostra epoca, fu trafugata in qualità di bottino di guerra durante la IV crociata dalla città di Costantinopoli (l’odierna Istambul) e posta ad adornare il portale al centro della facciata.
Oggi i “cavalli di San Marco” che ornano la Basilica sono una copia degli originali che si possono ammirare nel Museo di San Marco, all’interno della basilica stessa.